Grecia

 Rodi

 


   


Scheda riassuntiva sulla Grecia

Visitare

Sistemazioni e alloggi

° Ostelli in Grecia

° Hotel in Grecia

° Campeggi in Grecia

Geografia-Economia-Clima

° Divisione Amministrativa, Regioni

° Geografia

° Economia

° Mappa della Grecia

Storia-Cultura-Tradizioni

° Storia della Grecia

° La popolazione Greca

° Lingua greca

° Letteratura Greca antica

° Arte antica Greca

° Religione dell'antica Grecia

° Chiesa Ortodossa Greca

° La bandiera Greca

° Le danze Greche

° Il sistema scolastico greco

° L'alfabeto Greco

° La cucina Greca

° Natale in Grecia

° Approfondimenti

Trasporti

° Mappa ferroviaria della Grecia

° Mappa trasporti marittimi della Grecia

° Raggiungere la Grecia

° Traghetti per la Grecia

Lavoro, casa, affari

° Lavorare in Grecia

° Comprare una casa

 

Scrivici Scrivici per osservazioni o altro

 

Rodi

Sei qui: Grecia > Isole della Grecia > Dodecaneso > Rodi

Rodi castello

Mappa di Rodi

Arrivare a Rodi

Trasporti a Rodi

Rodi città

Valle delle farfalle a Rodi

Spiagge di Rodi

Hotel a Rodi

Ostelli a Rodi

Dodecaneso

Mappa del Dodecaneso

 

 

 

 

 

 

 

La più grande delle isole del Dodecaneso è Rodi, di cui è capitale l'omonima città. Mare e storia convivono in perfetta armonia e per 300 giorni all'anno splende il sole su questo straordinario museo a cielo aperto.

 

Rodi mareLa leggenda narra che a darle il nome fu Rodo, figlia di Poseidone e Afrodite. Dio mare e dea bellezza convivono di fatto in questa terra benedetta circondata dal mare. Le acque cristalline e le molte spiagge di Rodi si offrono al turista con generosità. Bellissime le spiagge sulla costa orientale (riparate dai venti).

 

Rodi ebbe la sua fioritura culturale nel V sec. quando l'isola superò addirittura Atene come centro di scambio commerciale. Risale a questo periodo la costruzione del celebre Colosso di Rodi, una statua in bronzo dedicata ad Apollo e posizionata all'imbocco del porto del Mandraki. Era una una delle sette meraviglie del mondo antico. La città è divisa in due parti: la parte antica, testimonianza del potere degli antichi Cavalieri di Rodi e la parte moderna, di più recente costruzione. La parte nuova della città comprende il Mandraki (il porto turistico), la via Elefterias che lo costeggia con diversi edifici in stile fascista (Rodi fu tra l'altro colonia italiana durante il ventennio fascista) e tutta la zona costiera, con i grandi alberghi e il Casinò.  Il nucleo antico, dove si ergono il Castello, i Palazzi ed i musei è circondato da mura lunghe circa 5 Km.

 

Cavalieri di RodiLa storia di Rodi è indissolubilmente legata nel nostro immaginario all'Ordine dei Cavalieri. L'Ordine ebbe origine con la fondazione a Gerusalemme di un ospizio/ospedale voluto da un gruppo di mercanti amalfitani e assunse caratteri militari solo a seguito delle crociate. Dopo aver perso la sede in Terrasanta l'Ordine si trasferì a Rodi dove i suoi appartenenti assunsero il nome di Cavalieri di Rodi e resero l’isola un centro importante e prestigioso, crocevia dei traffici tra Occidente ed Oriente. La dominazione dei Cavalieri durò per oltre 200 anni, dal 1308 al 1522, anno in cui dovettero cedere Rodi ai turchi, dopo il lunghissimo assedio di Solimano I, detto il Magnifico, che fece sbarcare sull’isola 400 navi e 200.000 uomini, contro i quali i valorosi 7000 cavalieri organizzarono una eroica resistenza, durata ben sei mesi. Il dominio dei turchi durò per 40 anni. 

Passeggiare per le vie di Rodi significa tornare indietro nel tempo, ammirando le case dei Cavalieri fatte di pietre imponenti, la Moschea di Solimano il Magnifico, testimonianza del lungo passaggio turco sull’isola, l’Ospedale dei Cavalieri, il Palazzo del Gran Maestro (che andò distrutto nel XIX secolo a causa dello scoppio di una polveriera) e la Via dei Cavalieri di San Giovanni sulla quale si affacciano splendidi edifici medievali). Ma l'aspetto più piacevole resta comunque camminare nelle viuzze tortuose, cercando di immaginare gesta di altri tempi o curiosando nei negozietti e fermandosi di tanto in tanto in una delle piazze della città colorate dalla gente seduta nei bar all'aperto. Nel Museo Archeologico di Rodi, imperdibile meta per gli amanti dell’arte, sono conservate l’Afrodite di Rodi e la Testa di Helios.

 

LindosAltre attrazioni dell'isola di Rodi sono il bellissimo villaggio di Lindos, con le sue case bianche, le pavimentazioni in mosaico di sassi bianchi e neri e l'acropoli in alto a dominare il paesaggio.  L'acropoli è situata in posizione davvero spettacolare in cima ad una rupe e i resti sono ben conservati e imponenti. Visitatela la mattina perché il calore del sole in estate è forte. D'estate il clima è molto caldo, il sole è già alto alle 10 del mattino e spesso la temperatura supera i 30 gradi, anche se la ventilazione e la bassa umidità rendono più sopportabile la temperatura. Per arrivare all'Acropoli potete scarpinare o farvi dare un passaggio dai locali asinelli. In groppa all'asino sarà agevole e divertente salire.

 

Ma nell'Isola di Rodi potrete ammirare anche uno spettacolo naturale incredibile, nella Valle di Petaludes, la valle delle farfalle.  Una valle verde che da giugno a setPrassonissitembre diviene l'incantevole rifugio di migliaia di farfalle, attirate dal profumo della resina degli alberi di ambra della zona.

 

Ma è Prassonissi, nella parte più a sud dell'isola, a regalarci la più suggestiva delle immagini: incantevole lingua di spiaggia che come un camaleonte marino cambia forma a seconda delle maree. Questo è il punto dove il mar Egeo e Mediterraneo si abbracciano, e la particolare esposizione ai venti fa si che da una parte il mare resti calmissimo, mentre dall'altra risulti sempre agitato. 

 

Articolo di F. Ceci e G. Serra

 

 

 


 

Copyright © Grecia.cc