Grecia

 

Santorini Grecia - Informazioni su Santorini

 


   


Scheda riassuntiva sulla Grecia

Visitare

Sistemazioni e alloggi

° Ostelli in Grecia

° Hotel in Grecia

° Campeggi in Grecia

Geografia-Economia-Clima

° Divisione Amministrativa, Regioni

° Geografia

° Economia

° Mappa della Grecia

Storia-Cultura-Tradizioni

° Storia della Grecia

° La popolazione Greca

° Lingua greca

° Letteratura Greca antica

° Arte antica Greca

° Religione dell'antica Grecia

° Chiesa Ortodossa Greca

° La bandiera Greca

° Le danze Greche

° Il sistema scolastico greco

° L'alfabeto Greco

° La cucina Greca

° Natale in Grecia

° Approfondimenti

Trasporti

° Mappa ferroviaria della Grecia

° Mappa trasporti marittimi della Grecia

° Raggiungere la Grecia

° Traghetti per la Grecia

Lavoro, casa, affari

° Lavorare in Grecia

° Comprare una casa

 

Scrivici Scrivici per osservazioni o altro

 

Santorini Grecia - Informazioni su Santorini 

Sei qui: Grecia > Isole della Grecia > Cicladi > Santorini

° Santorini ° Breve storia di Santorini

° Santorini e il mito di Atlantide

° Cosa vedere a Santorini

° Gastronomia a Santorini °  Ristoranti a Santorini

° Vita notturna a Santorini

° Festival e manifestazioni a Santorini

° Come raggiungere Santorini

° Numeri utili per Santorini

° Hotel a Santorini ° Ostelli a Santorini

° Mappa di Santorini

 

La terra scura, i tanti chilometri di roccia vulcanica, le imponenti scogliere, le valli coltivate a vigneti, pistacchio e pomodori, caratterizzano quest'isola, celebre in tutto il mondo e visitata ogni anno da oltre mezzo milione di viaggiatori. L’isola di Santorini ha solo 7000 abitanti ed è la più meridionale delle isole Cicladi.

Un tempo l'isola era un'unica formazione che comprendeva quelle che oggi sono le  isole vicine ma una spaventosa eruzione vulcanica la divise, andando a costituire le cinque isole di Nea Kameni, Palea Kameni, Aspronisi, Therasia e Thera. L'eruzione del vulcano Santorini risale al 1600 a.C. e seppellì l’intera isola sotto la lava, facendo spargere ceneri su gran parte del Mediterraneo orientale e sulla Turchia. Il cratere che si aprì in conseguenza dell'eruzione aveva dimensioni pari a circa 80 kmq e le isole minori sono riunite proprio intorno alla ‘caldera’, il cratere vulcanico immerso nel mare. Le attività umane ripresero solo 400 anni dopo l'eruzione. La presenza di sorgenti di acqua calda testimonia che il vulcano è a tutt'oggi ancora attivo.

 

Nella storia di Santorini è presente anche un mito, quello di Atlantide, poiché secondo diversi studiosi l'eruzione del vulcano, distruggendo l'isola, avrebbe originato proprio la mitica città sommersa. La caldera del vulcano merita certo un'escursione, così come una bellissima escursione è quella in battello nella laguna per ammirare lo scenario originato dal cataclisma che sconvolse l'isola.

 

Da  non perdere una passeggiata a Firà, il capoluogo dell'isola, sostando nella piazza principale, visitando i negozi e bighellonando per le strade. Le case bianche a strapiombo sull'orlo del cratere, le piccole piazze, le stradine tortuose, il colore turchese delle cupole delle chiese, rendono Firà estremamente pittoresca. D'obbligo un drink sulla terrazza di un bar con vista sulla laguna. Per raggiungere Firà  si sale una ripida scalinata di quasi 600 gradini. In alternativa si può ottenere un passaggio dagli asinelli o salire grazie alla funivia.

 

Consigliato visitare Akrotiri, la "Pompei dell'Egeo", una città molto importante ricoperta dai residui dell'eruzione vulcanica e riportata alla luce dagli scavi archeologici in ottimo stato di conservazione. Gli scavi hanno permesso di recuperare molti reperti ma non sono stati rinvenuti resti umani, il che lascia supporre che la città fosse stata evacuata in tempo. E' possibile visitare il sito archeologico solo al mattino, fino alle ore 15. La visita è piuttosto breve perché solo una parte nella zona archeologica è aperta al pubblico e i reperti più interessanti si trovano nel museo archeologico di Atene.

Nei dintorni, a nord si Akrotiri, si trova il suggestivo villaggio di Ia, dove potrete trascorrere un paio di ore indimenticabili. Ia è un incantevole borgo bianco arroccato sul cratere. Scoprite altri luoghi da vedere a Santorini.

 

Un cenno deve essere ovviamente fatto alla gastronomia di Santorini e ai vini. Quanto a questi ultimi, se ne producono una gran varietà. Il più famoso e il Nikteri, un vino bianco forte che resta per 6 mesi nelle botti. Inoltre il vinsanto, un vino dolce fatto con uva essiccata al sole per 10-15 giorni e poi invecchiato per 5 anni nelle botti. Immergetevi infine nella famosa vita notturna di Santorini con i tanti locali in cui si può tirare l'alba: a Fira trovate locali di tutti i tipi; più elegante Ia; belli i locali sulle spiagge, specialmente quelli sulle spiagge di Kamari e Perissa.

 

Una precisazione: non aspettatevi a Santorini spiagge immacolate perché le spiagge sono soprattutto laviche e quindi di colore scuro ma offrono uno stupendo contrasto con l'azzurro del mare.


 

Copyright © Grecia.cc